Cosa significa avere una schiena sana?

Si sente sempre parlare di schiena sana, dell’importanza di avere una schiena sana, di rafforzare i muscoli posturali e la colonna vertebrale e, inoltre, di mal di schiena… “male del secolo” che affligge la maggior parte delle persone di ogni età e avvelena lo stile di vita.

Intanto, come è fatta una schiena sana?

Quando si parla di schiena si parla di colonna vertebrale o rachide. Le sue funzioni più importanti e da ricordare sono:

  • Sostenere come un pilastro il corpo
  • Proteggere il midollo spinale che passa nel canale vertebrale
  • Consentire la mobilità del tronco
  • Fungere da ammortizzatore
  • Garantire l’equilibrio

Tutto il suo insieme costituito da ossa, dischi intervertebrali e legamenti e muscolatura è un Sistema che, come tale, deve funzionare bene e in maniera coordinata. Se uno degli elementi si altera ne risente tutto il sistema e si avvia uno squilibrio, che produce tensioni croniche che possono poi trasformarsi nel tempo in dolori, rigidità e patologie.

La colonna vertebrale ha un totale di 32 o 34 vertebre, di cui 24 (cervicali, toraciche e lombari) sono mobili ed elastiche grazie alla funzione dei dischi intervertebrali.

Idealmente la colonna vertebrale ha 4 curve fisiologiche corrette che non sempre, per motivi vari ma anche per l’avanzare degli anni o per le cattive abitudine posturali, riesce a mantenere tali.

La lordosi (cervicale e lombare) ha una concavità posteriore, mentre la cifosi (dorsale e sacrale) ha una concavità anteriore.

istruttori pilates schiena sana

I tratti più sollecitati e mobili sono quelli cervicale e soprattutto lombare, dove maggiore è il carico sovrastante, ecco perché in questa area sono generalmente maggiori e più frequenti i dolori. Ed è proprio nel tratto lombare che la funzione dei dischi intervertebrali assume un ruolo primario di ammortizzatore naturale, un cuscinetto che attenua le pressioni sviluppate da ogni tipo di movimento.

Avere una schiena sana, quindi, significa mantenere elastici e lubrificati con il giusto movimento questi cuscinetti posizionati tra una vertebra e l’altra, che con l’avanzare dell’età tendono a una irreversibile e progressiva perdita d’acqua e di funzionalità. Ma significa anche prevenire o intervenire in tempo quando si hanno i primi dolori o le prime tensioni croniche.

Non tutti i mal di schiena sono uguali, e le cause da accertare sono diverse. Tra queste spesso ci sono le disarmonie posturali causate dai recettori del Sistema (per esempio i muscoli, la pelle, gli occhi, i piedi, le articolazioni, la mascella, il fattore emotivo) che mandano informazioni scorrette al sistema stesso provocando lo squilibrio e quindi il disturbo. E’ importante sapere che questo Sistema è capace di compensare, quindi di funzionare nello squilibrio, ma non è capace di correggersi da solo.

“Una buona postura è uno stato di equilibrio muscolare e scheletrico che protegge le strutture portanti del nostro corpo da una lesione o da una deformità progressiva, malgrado la posizione in cui queste strutture lavorano”
– KENDALL –

vai al video corso HD

Precedente 10 chiavi per diventare un ottimo istruttore Successivo Pilates Matwork Video Corso HD